Aldo alè Aldo Maldera

Cogito Ergo Sud - Tonino Cagnucci

La Roma da poco era diventata Magica. Nils Liedholm lo volle perché guardò il suo cieloe decise che era l’uomo giusto: era della Bilancia, come lui e come Falcao. Quasi sicuramente per il Barone lo scudetto milanista della Stella arrivò per questo. Per Aldo Maldera. E per questo Aldo Maldera arrivò alla Roma. Per le stelle. Per vincere uno scudetto ancora più luminoso di quello milanese (il cielo pure sotto al quale era nato), pieno di luce se lo guardi ancora da qui, soprattutto se lo guardi oggi da qui: le stelle più lontane sono quelle che brillano di più. Pensi che non se ne andranno mai, anzi non ci pensi proprio perché ci sono cose che consideri naturali, sempiterne, sicure, come la mamma quando sei piccolo, come il Commando Ultrà quando diventi ragazzino, come le filastrocche che ti ricordi da bambino (come Tancredi-Nela-Vierchowod-Ancelotti-Falcao-Maldera-Conti-Prohaska-Pruzzo-Di Bartolomei-Iorio). Ma persino le stelle, come l’amore, come la vita, si possono spegnere…

View original post 514 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...